Quando la professionalità non è acqua

luglio 12 18:23 2018

Si sa che il nostro settore, ed in particolare le Agenzie di Viaggio, è come la “vecchia belarda” tutti la vogliono ma nessuno se la piglia. Mi riferisco in particolare al comportamento che un’anello della catena ha nei confronti di T.O. e Dettaglianti:gli Alberghi. Vi sarà capitato anche a Voi Agenti di Viaggio di chiamare un T.O. per una camera in un albergo in Italia che loro stampano e costui sentirsi dire dal Responsabile di turno dell’albergo che non c’è posto. Poi per una verifica ulteriore chiamate Voi e vi rispondono allo stesso modo. Poi, visto che comunque siete da anni nel settore, fate chiamare dal vostro cliente ed a questo gli rispondono che hanno posto. Guarda caso si è liberato un posto proprio per quella data e quella sistemazione che voleva il cliente. E’ questo un fatto che oramai si sta verificando quasi quotidianamente, non ultimo mi è capitato di averlo con un albergo della Sicilia ed in particolare della zona dei Giardini di Naxos. Domanda:” E’ normale che dopo aver perso 2 ore a convincere il cliente ad andare in questo albergo, l’albergo risponda che non ha posto (dopo tutta la trafila sopra menzionata) e poi conferma la camera al cliente direttamente”?. Se per Voi, Agenti di Viaggio/T.O. del settore, questo comportamento è, deontologicamente parlando, corretto vuol dire che qualcosa non ho capito di come ci si comporta nel mondo del turismo. In caso contrario, è ora che un tale comportamento sia aberrato per sempre e come tale tutti coloro che lo applicano. Perché , come dicono tutti, siamo siamo la base su cui si fonda l’intero comparto del turismo e come tale “fare le scarpe a noi” vuol dire farle a tutti coloro che operano nel settore. Ora sapete cosa fare con “soggetti” come quelli che si comportano “male” nei confronti degli Agenti di Viaggio/Agenzie/T.O. Se avete suggerimenti di a chi far presente questo “malaffare” che immancabilmente si ripete ad ogni stagione ve ne sarei grato. Se non altro per far si che questi “irresponsabili” vengano cacciati dai T.O. ed al fine di valorizzare quegli alberghi che invece si comportano “onestamente” e rimandano per le prenotazioni ai vari T.O. con cui hanno siglato accordi di collaborazione e visibilità.Grazie per aver letto questo post.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Share on StumbleUpon0Print this page
      Categorie
    GiampaoloFattori
    GiampaoloFattori

    Guarda altri post

    Nessun commento

    Puoi essere il primo a iniziare una conversazione .

    Solo gli utenti registrati possono commentare.